Uncategorized

Gli inestetismi e la prova costume

Dopo aver parlato di come dimagrire e come tonificarsi per la prova costume oggi ci concentriamo su come far pace e lavorare sui nostri inestetismi in arrivo della bella stagione.

Con l’ arrivo del caldo arrivano anche i vestiti sbracciati, gli shorts e tutti quegli abiti che ci mettono a nudo, per non parlare poi dell’ idea della prova costume dove saremo con un “misero” costume a dover affrontare il mondo.
Quest’ idea può scatenare l’ ansia da prestazione nei confronti del nostro fisico e di quegli aspetti che apprezziamo meno di noi stesse.
Da una parte è giusto cercare strategie per lavorare sulle nostre imperfezioni, dall’ altra dobbiamo imparare un po’ a farci pace.

Mi piaceva tantissimo lo slogan di un noto sito di incontri che affermava “se non ami le tue imperfezioni qualcuno lo farà”, che è vero ma sono piuttosto certa che nel momento in cui impariamo a volergli bene pure noi vivremo molto meglio.

Quali sono però gli inestetismi più comuni e come possiamo fare per lavorarci su

Cellulite

In passato ho parlato già molto di cellulite e di come l’ ho affrontata io.
Nello specifico il mio consiglio se vuoi capire bene di cosa si tratta e di a che livello è la tua ti consiglio il blog dell’ estetista cinica e il suo libro.
Considera che ai livelli più avanzati è una vera e propria patologia è che solitamente è collegata con tante piccole cose da non sottovalutare.
Un’alimentazione sana ed equilibrata, dell’ attività fisica a basso impatto, sono fondamentali perché anche i trattamenti estetici funzionino.
Nei prossimi giorni vedrai su instagram cosa faccio io in attesa della prova costume di quest’ anno per tenere sotto controllo la mia cellulite.

Grasso localizzato

Ognuno di noi accumula il grasso in modo diverso e molto spesso vorremmo poter perdere peso in modo localizzato solo in alcune zone.
Che siano la pancia o le gambe, le braccia, solitamente dipende da qual’è la forma del nostro corpo e quali sono le zone con cui abbiamo più ansia.
La realtà è che non esiste il dimagrimento localizzato, mentirei ad affermare il contrario.
Quindi il mio consiglio è di perdere peso se hai da perdere peso è di modellare il fisico con lo sport e l’ attività fisica.
Ricorda che è estremamente importante anche la postura e la scelta dell’ abbigliamento giusto per la nostra forma del corpo (per il quale di rimando a moda per principianti e consigli per principianti che ne sanno molto più della sottoscritta).

La pancetta

Partiamo dal fatto che esistono mille tipi di pancetta.
Possiamo riassumere dicendo che c’è la pancia collegata all’ accumolo di grasso sull’ addome e quella collegata al gonfiore.
Per il primo tipo ti rimando al paragrafo sopra, aggiungendo che una giusta dose di attività fisica a corpo libero e un buon allenamento degli addominali aiutano a medellare l’ addome.
L’aspetto estetico del nostro addome è dato però tantissimo anche dalla nostra alimentazione.
Quando mangiamo junk food o cibi molto elaborati molto probabile che la pancia sia molto gonfia e pronunciata, così come se esageriamo con la quantità di fibre. In entrambi i casi una volta tornati al giusto equilibrio per il nostro corpo la situazione si normalizzerá.
Ricorda che è normale avere un po’ di pancia gonfia dopo i pasti.
In ogni caso se ti sembra di aver aver bisogno di un aiuto a livello intestinale i miei consigli sono:
– mangia regolarmente frutta e verdura.
– mangia almeno 2 volte a settimana legumi
– inserisci qualche alimento integrale (senza esagerare)
– assumi alimenti fermentati (yogurt, kefir o verdure fermentate)
– bevi almeno 2 l di acqua durante tutta la giornata.

Per limitare i fastidi legati dal gonfiore intestinale sono ottime anche tisane a base di finocchio. Mentre se i fastidi sono a livello dello stomaco prova con decotti o infusi alla menta.
Ricorda però che nessun prodotto è miracoloso, tutto va contestualizzato all’ interno di uno stile di vita sano.

Gonfiore alle gambe

Il gonfiore alle gambe è molto diverso la vedersi le gambe grosse, che rientra nelle adiposità localizzare e a quel punto al massimo ti consiglio di leggere questo articolo.
Il gonfiore è collegato con l’ acqua presente dei tessuti extra cellulari e solitamente più comune delle stagioni caldi, si parla della famosa ritenzione.
Spesso e volentieri è collegata con un non ottimale funzionamento del microcircolo o della circolazione che può essere collegato a fattori esterni, a condizioni fisiologiche o patologiche.

– fanghi freddi
– bandaggi o bagni con i sali di Epson
– aiutare la circolazione dall’ interno con l’ alimentazione e l’ integrazione
– aiuti meccanici ( no vestiti stretti, no accavallare, cuscino sotto il materasso, gambe alte, getti di acqua fredda)
– attività fisica adeguata, appoggio plantare
– chiedere prima al medico

Smagliature

Le smagliature sono cicatrici che si creano sulla cute quando questa non è elastica a sufficienza per adattarsi al modificarsi del corpo.
Possono comparire con la crescita, quando si ingrassa, si dimagrisce o durante la gravidanza.
Se trattate quando sono agli Stati iniziali ( quando sono ancora rosse) posso regredire, quando diventano bianche l’ unica soluzione definitiva è il laser.
Sulla mia esperienza personale posso dire che anche dopo che le smagliature sono bianche, se si idrata la pelle con costanza e la si esfolia, pian piano anche le smagliature posso diventare sempre meno visibili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *